lavanderina

L’economia circolare

La seconda vita dei rifiuti

“Economia circolare” significa trasformare i cicli della vita di un prodotto da una linea retta (produzione – consumo – smaltimento) a una linea che gira intorno fino a chiudere un cerchio (il prodotto nasce, viene usato e gli scarti vengono riutilizzati in lavorazioni successive da cui nascono nuovi prodotti).

Il nostro desiderio di crescita sostenibile, in un mondo in cui produzione e consumi remano contro all’ambiente, sposa al 100% questa filosofia, per cui non esiste più un “fine vita” ma solo “nuove risorse”.

Certo, oggi questo sistema non è applicabile in tutti i campi, ma già il solo impegnarsi in questa direzione porterà, con il passare del tempo, a risultati sbalorditivi, fino a ridurre a zero gli sprechi nel mondo… O così speriamo!

L’economia circolare

PRODUZIONE

La progettazione di un prodotto parte dallo studio di tutti i materiali riciclabili sfruttabili per il nuovo progetto, quindi questo viene sviluppato e prodotto nel modo più ecologico, considerando l’aspetto ambientale di tutta la filiera.

L’UTILIZZO

Il prodotto arriva al consumatore che lo usa nel modo più consapevole possibile e lo smaltisce poi seguendo le indicazioni che ne permetteranno il riciclo (la raccolta differenziata).

IL RICICLO

Grazie ai nuovi sistemi di riciclo ed alla raccolta differenziata per materiali, oggi e sempre più in futuro, è possibile, e sarà sempre più facile, recuperare i materiali riciclabili (come carta, cartone, plastica, vetro, alluminio, ecc) che vengono poi messi a disposizione di aziende come la nostra, in modo da farne nuovi prodotti.

Le materie prime alternative

Fuori dal cerchio, ma ben allineate a questa filosofia, si trovano le produzioni di materie prime vergini che vengono lavorate e gestite in modo ecologico.

GLI INGREDIENTI BIOLOGICI

L’uso di ingredienti vegetali e, soprattutto, biologici, garantisce un utilizzo consapevole delle risorse, che vengono colte ma subito ripiantate rispettando i cicli naturali.

LA CANNA DA ZUCCHERO CHE DIVENTA PLASTICA

Le etichette Lavanderina sono in plastica, perché i prodotti che vengono in contatto con l’acqua non possono certo sciogliersi mentre li usiamo!
Ma la plastica che usiamo deriva da una lavorazione degli scarti alimentari della canna da zucchero: il risultato è un materiale indistinguibile dalla plastica da petrolio e completamente riciclabile.

IL CARTONE DA FORESTE SOSTENIBILI

La cellulosa che compone i cartoni Lavanderina arriva da foreste gestite in modo sostenibile, in cui non si toglie alla natura senza garantirle nuove risorse.

Visita lo Shop Online

Tutti i nostri prodotti contengono unicamente materie vegetali, biologiche o comunque non dannose per l’ecosistema.

0